.:: Welcome

Renzo Pagliani, Via Marconi 24066 Pedrengo (BG) IT

Cell. 3392743819

Fisso 0354599850

repagliani@yahoo.it

repagliani@libero.it

 

.:: Renzo Pagliani

Renzo Pagliani, nato a Milano classe 1964.

Da sempre appassionato e attratto dal disegno,dalle decorazioni...
sottile confine tra realta' e fantasia...

Gli studi e le dritte paterne mi portano a lavorare nel campo assicurativo ma, all'et di 31 anni la mia vita lavorativa ha una svolta e per ironia della sorte (o del destino forzato) mi ritrovo circondato dai colori!
L'inizio e molto duro,in quanto ti han sempre visto come assicuratore e proporti come decoratore..bh..non proprio la stessa cosa..
Ma chi la dura la vince e a distanza di quindici anni ora la mia professione  proprio questa!

Oltre che il disegno nei sogni di bambino c'era la chitarra elettrica ma venendo da tradizioni.."violoncellistiche" ho iniziato a studiar pianoforte all'eta di 12 anni per poi (in teoria) approdare al violoncello..disastro totale!!..tre mesi di solfeggio due volte a settimana senza veder mai un tasto!!..Troppo per un "pistolino" di 12 anni..

Prendo il coraggio a due mani e all'et di 37 anni decido di comprarmi la mia prima chitarra elettrica!!!
Una Washburn di normale fattura e di prezzo allettante ma, una cosa non mi garbava la finitura..
Senza pensarci due volte tra me e me dissi..dov' il problema..la coloro!
E cosi'  stato al color blu originale, ha fatto posto  un effetto legno, molto venato con un tocco di effetto sunburst sui bordi.

Non ci feci caso in quanto era una cosa mia ma, le persone che la vedevano chiedevano e pian piano il mio lavoro di decoratore mi ha portato a far diventare una mia passione una vera e propria mania..quella di decorare, customizzare le chitarre elettriche!

Ho inserito quindi la chitarra tra gli oggetti che di solito sono soliti esser aerografati come caschi, moto,giubbotti, t-shirt, motrici di camion, decorazioni d'interni..e qui il bisogno per me ma, anche per il futuro cliente di creare un sito dedicato espressamente alla decorazione e customizzazione dello strumento..

Il primo approccio con un body  stato traumatico..come il mio primo camion..Davide contro Golia..ma, man mano che lavoravo questo body mi accorgevo che stavo decorando un semplicissimo pezzo di legno..come fosse un pannello o l'anta di un mobile..e passate le prime paure sono sei anni che oltre i caschi & C. decoro chitarre elettriche..

Partecipo al mio primo Soave Guitar Festival nel 2003 dove espongo (timidamente) qualche body cosi' come nel 2004, 2005, 2006.
Incontro Pierpaolo Adda il patron della manifestazione e man mano che ho a che fare con lui conosco una persona di una immensa disponibilita' e cortesia verso gli altri..rigido nei suoi modi, non accetta repliche ma..ci azzecca sempre!!!
 
A dicembre del 2005 mi commissiona per il 2006 il primo lavoro di una tradizione che a tutt'oggi continua che fa mostra sul manifesto della rassegna chitarristica..il ritratto dello scomparso Marcel Dadi' che lo vede contemplare un cielo stellato dove si stagliano le torri del castello di Soave il tutto riprodotto in aerografia sul body di una strato custom reissue del '57.
Son stati fatti due esemplari uno per la collezione privata di Pierpaolo e l'altro donato alla manifestazione.

Sempre nel 2005 Casale Bauer-Fender Italia mi commissiona su una Fender Mustang una personalizzazione in decorazione per un personaggio in voga in questo periodo..il numero 46 per eccellenza.."Il Dottore" Valentino Rossi.

Nel 2007 la volta della DreamCaster..dedicata a un personaggio che ha lasciato importanti messaggi di pace..Martin Luther King..
Il 2008 un'altra ricorrenza che vede il volto del mitico,intramontabile.."Elvis the Pelvis"..nasce cosi' la ElvisCaster!
Il 2009 un'evento che per i nostalgigi dell'epoca non puo' passare inosservato..Woodstock 1969..Nasce cosi' la WoodCaster che vede incastonato nel body il volto di chi ha avuto il coraggio di "storpiare" l'inno americano..Jimi Hendrix!
Di queste strato ne vengono fatti tre esemplari..
Il primo per la collezione di Pierpaolo..il secondo,al fortunato possessore del biglietto estratto la sera di domenica in chiusura del super concerto del Soave Guitar Festival il terzo..e ne sono orgoglioso..si trova nel Museo della Fender Italiana che ha sede presso Casale.Bauer..
Siamo al 2010..non posso ancora svelare il tributo ma..presto sulle pagine di Guitar Club scoprirete cosa ho scarabocchiato..
Ancora una Stratocaster o una Telecaster?...
Non ha importanza, l'importante  regalare con i miei disegni emozioni, voglia di esibire il proprio strumento, voglia di esser un po' unici e invidiati in questo mondo fatto di etichette e icone.

Ciao
 

Renzo